Feeds:
Articoli
Commenti
L'ultima udienza di Benedetto XVI in piazza San Pietro

L’ultima udienza di Benedetto XVI in piazza San Pietro

Un gruppo di giovani della parrocchia Santissima Annunziata di Ceparana, studenti delle scuole superiori, universitari e lavoratori, accompagnati dal parroco don Fausto Spella, dal vice parroco don Pietro Milazzo e da don Filippo Santini, si è recato il 27 febbraio in una gremita piazza S. Pietro per salutare il Santo Padre Benedetto XVI in occasione dell’ultima udienza generale del mercoledì da lui presieduta. Eccone alcune testimonianze.

Francesca, ricercatrice universitaria: «L’emozione dei pellegrini accorsi da tutta Italia e dall’estero era visibile e palpabile, da quando il Santo Padre è arrivato in papamobile percorrendo la piazza per un ultimo saluto ravvicinato ai fedeli, a quando ha impartito la benedizione finale.

Continua a leggere »

Veglia e adorazione eucaristica di ringraziamento per il pontificato di Benedetto XVI, La Spezia, 27 febbraio 2013

Veglia e adorazione eucaristica di ringraziamento per il pontificato di Benedetto XVI, La Spezia, 27 febbraio 2013

Una “grande partecipazione” aveva chiesto il vescovo, monsignor Luigi Palletti. E la diocesi ha risposto alla grande, affollando ieri sera la cattedrale di Cristo Re per la veglia ed adorazione eucaristica di ringraziamento per il pontificato di Papa Benedetto XVI. Una veglia in cui il silenzio e il raccoglimento della preghiera dei presenti ha colpito almeno tanto quanto la bellezza dei brani proposti.

Continua a leggere »

Via crucis cittadina 2013 alla Spezia

Via crucis cittadina 2013 alla Spezia

«Gesù sulla croce non è sconfitto, ma vincitore. Non dobbiamo leggere la morte come una sconfitta, e la resurrezione come la vittoria. E’ la croce il momento in cui il male viene vinto». Sono queste le parole pronunciate dal vescovo, monsignor Luigi Ernesto Palletti, al termine della Via Crucis diocesana di ieri sera.

Oltre cinquecento persone hanno sfidato il freddo della notte per l’ormai tradizionale processione di quaresima, che si è snodata per le vie del centro storico cittadino, dal santuario di Nostra Signora della Neve alla cripta di Cristo Re.

Continua a leggere »

Decima stazione: Gesù è spogliato delle vesti

Decima stazione: Gesù è spogliato delle vesti

Venerdì 22 febbraio si è svolta per le vie del centro storico della Spezia la Via Crucis cittadina presieduta dal vescovo diocesano mons. Luigi Ernesto Palletti. Pubblichiamo di seguito la meditazione della decima stazione: Gesù è spogliato delle vesti.

Gesù viene spogliato delle sue vesti.
Il vestito conferisce all’uomo la sua posizione sociale. Essere spogliato in pubblico significa che Gesù non è più nient’altro che un emarginato, disprezzato da tutti. E sono il mio peccato e la mia infedeltà che costringono Gesù a essere emarginato e disprezzato.

Continua a leggere »

La processione a San Pietro, Portovenere

La processione a San Pietro, Portovenere

Un timido sole invernale ha accompagnato sabato mattina la processione del pellegrinaggio mensile diocesano, che ha fatto tappa a Portovenere. La processione, partita dall’Olivo, ha percorso il lungomare e il carruggio, fino a San Pietro, per poi salire alla chiesa di San Lorenzo, accolta dal suono delle campane a festa.

Prima della Messa, il vescovo mons. Luigi Ernesto Palletti ha reso omaggio alla Madonna Bianca, titolare del santuario e patrona di Portovenere.

Continua a leggere »

Giornata nazionale per la Vita - 2013

Giornata nazionale per la Vita – 2013

«Celebrando la giornata per la vita non celebriamo qualcosa di importante, ma di essenziale. E’ il cuore della nostra esistenza, la radice più profonda, senza la quale niente di ciò che facciamo o siamo potrebbe avvenire». L’ha detto il vescovo Luigi Ernesto Palletti durante la messa per la “Trentacinquesima Giornata nazionale per la vita” nella chiesa di San Michele Arcangelo, a Pegazzano.

«Vivere non vuol dire solo produrre, parlare e agire. Anche quella dell’embrione è vita autentica, anche se non può ancora esprimersi come sappiamo. Ma c’è già, fin dal concepimento, quel segno fondamentale, il DNA della vita, che non verrà mai meno. In quella prima scintilla di vita è scritta la nostra identità, un progetto meraviglioso, non un caos. Certo, deve crescere e maturare, ma non per questo non è vita. Nel grembo della madre il bambino inizia a comunicare, non è un grumo di materia».

Continua a leggere »

Petizione europea: l'embrione uno di noi

Petizione europea: l’embrione uno di noi

Una folla numerosa, tra cui molti giovani e giovanissimi, ha riempito ieri sera la chiesa di Nostra Signora della Neve per la Veglia diocesana per la vita. “Generare la vita vince la crisi” è il titolo della Trentacinquesima Giornata nazionale per la vita, che si celebra domenica. Il messaggio introduttivo dei vescovi sottolinea che “ogni vita è portatrice di speranza”, anche in un momento di crisi.

Continua a leggere »